La cistite

Un'infezione del tratto urinario (cistite) può essere causata da un'infezione batterica. La parola cistite deriva dal greco antico "kustis" = vescica e "-ite" = infiammazione. In rari casi, se i batteri viaggiano verso i reni, un'infezione del tratto urinario può svilupparsi in un'infezione renale. Tuttavia, la maggior parte delle volte si tratta di semplici infezioni, ovvero che non sono associate a fattori o malattie che favoriscono l'infezione (come disturbi metabolici, immunosoppressione, malattie renali o anomalie anatomiche).

Sintomi e cause

Il medico può diagnosticare la cistite semplicemente osservando i dolori specifici (sintomi) che la caratterizzano o prelevando un campione di urina. Se nelle urine vengono rilevati batteri, ma il paziente non presenta sintomi, non si raccomanda alcun trattamento, ad eccezione delle donne in gravidanza e di altri individui a rischio. La prevenzione delle cistiti dipende dalle sue cause, quindi è importante conoscerle o determinarle. In caso di cistiti ricorrenti o infezioni renali, spesso vengono effettuate colture di urina. Si può anche effettuare un esame ginecologico, una cistoscopia o un'ecografia.

Quando devo consultare il mio medico ?
Quando devo consultare il mio medico ?

Risultato

Se non compaiono sintomi, si sconsiglia di consultare il medico.

La prevenzione delle infezioni delle vie urinarie è a tuo vantaggio e per il tuo benessere. Si possono evitare ripetute e spiacevoli infezioni delle vie urinarie ! Non dimenticare di consultare il tuo medico se hai un'infezione delle vie urinarie. Non prendere alcun medicinale che il tuo medico non abbia prescritto per il trattamento delle infezioni del tratto urinario. Se sei in cura, non interrompete il trattamento anche se il disagio e i sintomi sono scomparsi.

Risultato

Se il sintomo peggiora, persiste o se compaiono altri sintomi, si consiglia di consultare il proprio medico.

La prevenzione delle infezioni delle vie urinarie è a tuo vantaggio e per il tuo benessere. Si possono evitare ripetute e spiacevoli infezioni delle vie urinarie ! Non dimenticare di consultare il tuo medico se hai un'infezione delle vie urinarie. Non prendere alcun medicinale che il tuo medico non abbia prescritto per il trattamento delle infezioni del tratto urinario. Se sei in cura, non interrompete il trattamento anche se il disagio e i sintomi sono scomparsi.

Risultato

I sintomi elencati si manifestano spesso nelle infezioni delle vie urinarie. Si consiglia di consultare il proprio medico. La comparsa di questo sintomo da sola non basta a stabilire il sospetto di un'infezione delle vie urinarie.

La prevenzione delle infezioni delle vie urinarie è a tuo vantaggio e per il tuo benessere. Si possono evitare ripetute e spiacevoli infezioni delle vie urinarie ! Non dimenticare di consultare il tuo medico se hai un'infezione delle vie urinarie. Non prendere alcun medicinale che il tuo medico non abbia prescritto per il trattamento delle infezioni del tratto urinario. Se sei in cura, non interrompete il trattamento anche se il disagio e i sintomi sono scomparsi.

Lo sapevi ?

Dopo la prima infezione delle vie urinarie, il problema si ripresenta in circa 1/3 delle pazienti.

Meglio comprendere le infezioni delle vie urinarie

Ecco una piccola lezione di anatomia per cominciare: la vescica si trova dietro il pube, circa dieci centimetri sotto l'ombelico. L'urina prodotta dai reni viene immagazzinata lì, prima di essere evacuata dal corpo attraverso l'uretra. La vescica è circondata da una speciale membrana mucosa, che si infiamma in caso di infezione delle vie urinarie. Questa infiammazione può causare dolore e spesso influenza la frequenza della minzione, il che spiega il costante bisogno di urinare in caso di infezione urinaria. I batteri che causano la cistite acuta semplice sono principalmente batteri E.Coli (80%). Si trovano naturalmente nell'intestino e nelle feci. Possono migrare dall'ano alla vescica attraverso l'uretra (o più raramente nei reni) e quindi causare l'infezione.

La cistite è caratterizzata da sensazioni di bruciore durante la minzione, da frequenti stimoli a urinare o anche da tracce di sangue nelle urine. I batteri rispondono generalmente bene al trattamento antibiotico e le infezioni scompaiono senza conseguenze.

Dal 40% al 50% delle donne contraggono almeno una cistite nel corso della loro vita. E il 25% delle donne affette da cistite ha una ricaduta entro 6 mesi. Alcune donne ne sono affette in modo cronico: si parla di infezioni ricorrenti o ripetute delle vie urinarie quando ci sono almeno due infezioni acute in 6 mesi o più di 3 infezioni in un anno. In questo caso, occorre indagare sulle cause e adottare misure preventive.

La vescica si trova dietro il pube
L'urina viene evacuata tramite l'uretra
Mito o fatto

Bere acqua aiuta a prevenire le cistiti

Fattori di rischio

A causa delle caratteristiche anatomiche sopra elencate, essere donna è il principale fattore di rischio. Le relazioni intime sono un fattore scatenante per l'infezione, così come la mancanza di ormoni nelle donne in menopausa.

Fattori di rischio

Gruppi di rischio

La cistite è una delle infezioni più comuni e colpisce soprattutto le donne, per ragioni anatomiche. Nelle donne, l'uscita dell'intestino e il meato urinario (uscita dell'uretra) sono molto vicini, quindi i batteri dell'E. coli possono passare dall'intestino all'uretra molto rapidamente. La lunghezza ridotta dell'uretra nelle donne, da 2,5 a 4 cm, favorisce anche le infezioni del tratto urinario.

Inoltre, l'indebolimento del sistema immunitario gioca un ruolo nel loro sviluppo. I batteri responsabili non possono essere combattuti. Anche l'insufficiente idratazione e l'infiammazione della mucosa aumentano il rischio. Altri fattori includono l'incontinenza urinaria e fecale. Dopo la menopausa, la mancanza di ormoni e i conseguenti cambiamenti nella flora vaginale sono la causa principale dell'infezione.

Le infezioni delle vie urinarie complicate si verificano quando sono promosse da fattori di rischio aggiuntivi o da alcune malattie. Ad esempio, la discesa di organi, o alcune malattie neurologiche accompagnate da uno svuotamento incompleto della vescica, portano alla proliferazione batterica legata alla loro moltiplicazione nelle urine stagnanti ad una temperatura favorevole di 37 °C. Anche le malattie renali, i difetti congeniti e alcuni disturbi metabolici (ad esempio il diabete mal controllato) favoriscono le infezioni. Le donne in gravidanza, i bambini e gli uomini sono gruppi particolarmente sensibili (particolarmente se hanno già avuto infezioni urinarie) perché sono maggiormente a rischio di progressione e sequele di malattie gravi o di insuccesso del trattamento.

My Cystitis

Scarica l'app che ti aiuterà a combattere la cistite.

My-Cystitis su Google Play My-Cystitis su App Store
L'app che ti aiuterà a combattere la cistite